• +39 335 7888979
  • info@europasolidale.eu

Chi siamo

Scarica lo STATUTO di Europa Solidale O.N.L.U.S. qui.

Varie sono state le motivazioni che hanno portato alla fondazione di questa nuova associazione; tra queste “…il lavoro….sarà incentrato nell’applicazione sempre maggiore dei principi di Libertà, Fratellanza, Uguaglianza e Tolleranza ed al superamento delle divisioni di razza, sesso e religione che ancora dividono i popoli Europei, affinché ogni cittadino si senta veramente tale nel suolo in cui vive e nel territorio in cui opera e lavora, attraverso il principio di Universalità dell’Uomo sulla Terra”.

Nel solco quindi, anche di quanto esposto, ed in considerazione di una particolare criticità del nostro territorio, la nostra associazione ha intrapreso una serie di attività tese a mitigare le umane sofferenze.

Dal 17 Febbraio 2014  l’associazione Europa Solildale O.N.L.U.S. ha iniziato a collaborare nel fornire quanto necessario ad una Associazione (A.B.F.O.) del nostro territorio che si occupa di fornire pasti ed un letto a famiglie disagiate nonché a fornire “riparo” pomeridiano a tanti bambini e adolescenti fornendo loro un ambiente protetto nel quale poter studiare e giocare in armonia e serenità, autotassandosi settimanalmente; affinché si possano acquistare generi alimentari.

In un momento in cui la Storia dell’Europa è seriamente minata da una crisi di fiducia dei popoli che l’hanno costituita, anche in relazione ad una crisi economica di cui negli ultimi 150 anni non vi sono eguali, e pensando che molto cibo venisse sprecato in un momento in cui molti homeless non hanno neanche il pane per sfamarsi, l’attenzione si è rivolta a strutture ove operano mense, cercando di recuperare quanto diversamente finisce in discarica. E’ stato attivato il progetto di “recupero dei cibo cotto”, sfruttando la legge del Buona Samaritano del 2003 (oggi abrogata), affinché come volontariato sociale, si potesse recuperare il cibo non consumato nelle mense del territorio tarantino ridistribuendolo ai poveri della città.

Il 15 settembre 2014 è stata attivata la distribuzione del cibo cotto. Il prelievo del cibo, conservato in appositi contenitori isotermici ed a tenuta, avviene dalle due mense della Cittadella della Carità per poi essere trasferito presso le Suore del Sacro Costato nella città vecchia. E’ inutile dire la gioia e la soddisfazione nel vedere sorridere persone che, oggi giorno, non riescono nemmeno a sfamare la propria famiglia.

Per maggior tranquillità sono state avviate anche le procedure per il rilascio dell’HACCP ai “punti di arrivo” del cibo; in conclusione, a fine agosto del corrente anno l’iniziativa “cibo cotto” dovrebbe avviarsi a pieno regime.