Presentazione della app SprecoZeroTaranto

𝐀 π“πšπ«πšπ§π­π¨ π₯𝐚 πŸπŸ”Βͺ π†π’π¨π«π§πšπ­πš 𝐍𝐚𝐳𝐒𝐨𝐧𝐚π₯𝐞 𝐝𝐞π₯π₯𝐚 𝐂𝐨π₯π₯𝐞𝐭𝐭𝐚 𝐀π₯𝐒𝐦𝐞𝐧𝐭𝐚𝐫𝐞
π‘™β€™π‘–π‘›π‘–π‘§π‘–π‘Žπ‘‘π‘–π‘£π‘Ž π‘β„Žπ‘’, π‘Žπ‘π‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘œ π‘Žπ‘™π‘™’π‘œπ‘π‘’π‘Ÿπ‘œπ‘ π‘Ž π‘Žπ‘‘π‘‘π‘–π‘£π‘–π‘‘π‘ŽΜ€ π‘žπ‘’π‘œπ‘‘π‘–π‘‘π‘–π‘Žπ‘›π‘Ž, π΅π‘Žπ‘›π‘π‘œ π΄π‘™π‘–π‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘Žπ‘Ÿπ‘’ π‘œπ‘Ÿπ‘”π‘Žπ‘›π‘–π‘§π‘§π‘Ž π‘œπ‘”π‘›π‘– π‘Žπ‘›π‘›π‘œ 𝑙’π‘’π‘™π‘‘π‘–π‘šπ‘œ π‘ π‘Žπ‘π‘Žπ‘‘π‘œ 𝑑𝑖 π‘›π‘œπ‘£π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’.
L’iniziativa Γ¨ stata presentata in conferenza stampa da Luigi Riso, Presidente del Banco Alimentare Puglia, Comitato per la Puglia Onlus, insieme a Luana Riso , Assessore Ai Sevizi Sociali del Comune di Taranto, e Giuseppe Cavallo, progettista dell’App. Zero Spreco Taranto, le Consigliere comunali Patrizia Mignolo e Elena Pittaccio.
πΏβ€™π‘–π‘›π‘£π‘–π‘‘π‘œ 𝑒̀ π‘Ž π‘Ÿπ‘’π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘ π‘–, π‘›π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘”π‘–π‘œπ‘Ÿπ‘›π‘Žπ‘‘π‘Ž 𝑑𝑖 π‘ π‘Žπ‘π‘Žπ‘‘π‘œ 26 π‘›π‘œπ‘£π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’, 𝑛𝑒𝑖 π‘ π‘’π‘π‘’π‘Ÿπ‘šπ‘’π‘Ÿπ‘π‘Žπ‘‘π‘– 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 π‘π‘Žπ‘‘π‘’π‘›π‘’ π‘β„Žπ‘’ π‘Ž π‘‡π‘Žπ‘Ÿπ‘Žπ‘›π‘‘π‘œ β„Žπ‘Žπ‘›π‘›π‘œ π‘Žπ‘‘π‘’π‘Ÿπ‘–π‘‘π‘œ π‘Žπ‘™π‘™β€™π‘–π‘›π‘–π‘§π‘–π‘Žπ‘‘π‘–π‘£π‘Ž, 𝐿𝑖𝑑𝑙, πΆπ‘œπ‘›π‘Žπ‘‘, πΈπ‘’π‘Ÿπ‘œπ‘ π‘π‘–π‘›, 𝑃𝑒𝑛𝑛𝑦 π‘€π‘Žπ‘Ÿπ‘˜π‘’π‘‘, πΊπ‘Ÿπ‘’π‘π‘π‘œ π‘€π‘’π‘”π‘Žπ‘šπ‘Žπ‘Ÿπ‘˜, πΆπ‘œπ‘œπ‘, π‘‘π‘œπ‘£π‘’ π‘–π‘›π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘–π‘π‘Žπ‘‘π‘– π‘Žπ‘’π‘‘π‘œπ‘Ÿπ‘–π‘§π‘§π‘Žπ‘‘π‘– 𝑣𝑖 π‘Žπ‘–π‘’π‘‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘›π‘›π‘œ π‘Ž π‘π‘œπ‘šπ‘π‘Ÿπ‘Žπ‘Ÿπ‘’ π‘π‘Ÿπ‘œπ‘‘π‘œπ‘‘π‘‘π‘– π‘Ž π‘™π‘’π‘›π‘”π‘Ž π‘π‘œπ‘›π‘ π‘’π‘Ÿπ‘£π‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’: π‘œπ‘šπ‘œπ‘”π‘’π‘›π‘’π‘–π‘§π‘§π‘Žπ‘‘π‘– π‘Žπ‘™π‘™π‘Ž π‘“π‘Ÿπ‘’π‘‘π‘‘π‘Ž, π‘‘π‘œπ‘›π‘›π‘œ 𝑒 π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘›π‘’ 𝑖𝑛 π‘ π‘π‘Žπ‘‘π‘œπ‘™π‘Ž, π‘œπ‘™π‘–π‘œ, π‘™π‘’π‘”π‘’π‘šπ‘–, π‘π‘’π‘™π‘Žπ‘‘π‘–.
π‘…π‘–π‘π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘–π‘Žπ‘šπ‘œ π‘™β€™π‘–π‘šπ‘π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘’ π‘π‘œπ‘›π‘‘π‘Ÿπ‘–π‘π‘’π‘‘π‘œ π‘β„Žπ‘’ π‘Žπ‘– 𝑓𝑖𝑛𝑖 π‘™π‘œπ‘”π‘–π‘ π‘‘π‘–π‘π‘– π‘“π‘œπ‘Ÿπ‘›π‘–π‘ π‘π‘œπ‘›π‘œ π‘Žπ‘™ π΅π‘Žπ‘›π‘π‘œ π΄π‘™π‘–π‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘Žπ‘Ÿπ‘’ π‘ƒπ‘’π‘”π‘™π‘–π‘Ž 𝑔𝑙𝑖 π‘Žπ‘”π‘’π‘›π‘‘π‘– π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘ƒπ‘œπ‘™π‘–π‘§π‘–π‘Ž 𝑑𝑖 π‘†π‘‘π‘Žπ‘‘π‘œ π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘„π‘’π‘’π‘ π‘‘π‘’π‘Ÿπ‘Ž 𝑑𝑖 π‘‡π‘Žπ‘Ÿπ‘Žπ‘›π‘‘π‘œ.
Articolo completo β‡Ύ https://bit.ly/3tPHKxR

Kick-off Orizzonti di LegalitΓ 

Sabato 15 ottobre nel Palazzo Amati, ospiti del Centro Ketos, si Γ¨ svolto l’evento pubblico di apertura del progetto β€œORIZZONTI DI LEGALITA’”, finanziato dalla Regione Puglia attraverso l’avviso pubblico β€œBellezza e LegalitΓ  per una Puglia libera dalle mafie”.Β 
Il progetto, per 15 mesi, vedrΓ  coinvolti in attivitΓ  laboratoriali 40 minori di Taranto e provincia dai 14 ai 17 anni, anche provenienti da nuclei con disagio socio-economico o con problematiche sociali.
ORIZZONTI DI LEGALITA’ Γ¨ stato spiegato dalle tre associazioni tarantine che lo svilupperanno: ETS ODV Europa Solidale (presente Giuseppe Cavallo), Associazione Salpiamo (presente Umberto Di Toppa), Lavoro e LegalitΓ  (presenti Antonio Marsella e Gianpaolo Pisconti).
Tre i laboratori previsti: Arte marinaresca per le competenze veliche, Fablab per le competenze digitali e creativitΓ , Teatro per le competenze sulla legalitΓ .
Alla presentazione sono intervenute: la dott.ssa Maria Immacolata Riso per il Comune di Taranto, la dott.ssa Daniela Putignano per la Procura Minorile, la dott.ssa Paola Morelli per il Tribunale dei Minori di Taranto, la dott.ssa Emma Fiscini per i Servizi Sociali del Comune di Sava. Inoltre hanno portato il loro contributo le rappresentanti della cooperativa La SolidarietΓ  e del centro diurno di Sava e di Taranto che hanno in carico i ragazzi coinvolti.
Nell’occasione sono state consegnate ai partecipanti le prime magliette realizzate nell’ambito del progetto.

Proseguono i laboratori digitali Rob.In.

Proseguono i Laboratori Digitali di Europa Solidale, il nuovo format proposto all’interno del progetto Rob.In. finanziato dalla Fondazione con i bambini e realizzati dal Fablab Taranto Makers. L’iniziativa vuole promuovere la cultura digitale e l’uso di macchine per la stampa 3D, software, sensori e sistemi di controllo elettronici (Arduino) come mezzo per stimolare l’interesse dei giovani partecipanti ed inotrodurli al mondo dell’autoimprenditorialitΓ , del fai-da-te, della logica computazionale ed altro. Seguiteci per nuovi aggiornamenti

Non sono un murales Taranto

Stencil non sono un muralesIl 1Β° ottobre 2021, in occasione della Giornata Europea delle Fondazioni, Acri organizza Non sono un murales – Segni di comunitΓ : un evento diffuso in quasi 100 cittΓ  d’Italia, che vedrΓ  coinvolte le diverse comunitΓ  nella realizzazione di un’opera d’arte. L’Associazione Europa Solidale ETS/ODV, previa autorizzazione della Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Culturale Subacqueo, con il patrocinio del Comune di Taranto e del CSV Taranto, in partenariato con l’Associazione La mediana ETS/APS e con l’Istituto Cabrini, realizzerΓ  il murales su una parete di un palazzo in CittΓ  Vecchia, allocato in Pendio Lariccia. Il tema prescelto Γ¨ strettamente legato alla missione delle Fondazioni: attivare le comunitΓ  per prendersi cura del territorio, dei giovani e dei soggetti piΓΉ fragili, innescando percorsi di partecipazione e di solidarietΓ  che aiutino a ripartire, tutti insieme. L’inaugurazione, alla quale interverrΓ  il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, si terrΓ  alle ore 10.00.

Odontoiatria sociale, firmata convenzione tra amministrazione Melucci e associazione β€œEuropa Solidale”

Odontoiatria sociale, firmata convenzione tra amministrazione Melucci e associazione β€œEuropa Solidale”
Amministrazione Melucci e associazione β€œEuropa Solidale” hanno sottoscritto una convenzione mirata a garantire prestazioni odontoiatriche gratuite alle fasce piΓΉ fragili della comunitΓ .
A Palazzo di CittΓ , il sindaco Rinaldo Melucci e il presidente Pino Russo hanno portato a sintesi un percorso partito diversi mesi fa, grazie al lavoro svolto dall’assessore al Welfare Gabriella Ficocelli. β€œEuropa Solidale”, infatti, ha messo a disposizione del Comune il suo ambulatorio odontoiatrico, dove potranno trovare assistenza i soggetti che l’assessorato individuerΓ .
Β«Siamo ben lieti di consolidare la collaborazione con questa benemerita realtΓ  associativa – le parole del sindaco Melucci –, perchΓ© in questo modo garantiamo un bisogno primario, essenziale, che purtroppo non trova soddisfazione compiuta attraverso il Servizio Sanitario Nazionale. Siamo grati ai volontari di β€œEuropa Solidale”, inoltre, perchΓ© il loro impegno Γ¨ esemplare per una cittΓ  che sa essere inclusivaΒ».

Fablab: firma convenzione e montaggio macchine

 

Un Mini FabLab a Taranto Vecchia Γ¨ una raccolta di fondi online (crowdfunding), promossa dal Comune di Taranto nell’ambito del progetto NEXTaranto, per la realizzazione di un primo FabLab a Taranto Vecchia, in modo da favorire:

  • il diffondersi e l’accrescersi di una cultura digitale intesa come un insieme di conoscenze e competenze riguardo l’uso dei piΓΉ moderni strumenti di produzione come ad esempio le stampanti 3D;
  • l’insegnamento/apprendimento della programmazione riconoscendo tale abilitΓ  come valore fondamentale per le professioni del futuro;
  • la creazione di un ambiente fertile per lo sviluppo della creativitΓ  e di soluzioni innovative, atto a favorire la contaminazione tra mestieri e competenze.

Raccogliendo € 15.000,00 l’amministrazione cittadina intende attrezzare il primo FabLab della rete. Questo FabLab avrΓ  una dotazione minima (Mini FabLab) e sarΓ  allestito all’interno di Palazzo D’Aquino, nella cittΓ  vecchia di Taranto. La scelta di questa localizzazione per il primo FabLab ha una valenza sia simbolica, in quanto il centro storico Γ¨ il luogo da cui la cittΓ  di Taranto intende ricostruire il proprio futuro, che sociale per il contributo che spazi come il FabLab posdono dare alla rigenerazione sociale del quartiere. Alla fine della campagna la cifra raccolta sarΓ  impiegata per l’acquisto delle attrezzature necessarie ed entro il 2016 sarΓ  avviato il Mini FabLab.

AffinchΓ© l’apertura del Mini FabLab non si riduca ad un evento isolato e povero di effetti, nell’ottica della creazione di una rete di FabLab che assuma lo status di sistema infrastrutturale di spazi a supporto della nuova cultura digitale quale opportunitΓ  per il futuro della cittΓ , un ruolo chiave Γ¨ svolto dall’Amministrazione Comunale, per far convergere le tante lampadine accese e farle diventare un inarrestabile fascio di luce capace di illuminare la cittΓ .

Il Fablab Γ¨ la fabbrica del futuro, quella che ci sarΓ  quando i nostri figli o i nostri nipoti avranno la nostra etΓ . Oggi ci sono giΓ  FabLab un po’ dappertutto, nel Mondo e anche in Italia. Realizziamo un FabLab anche a Taranto e dopo averne aperto uno realizziamone altri, piΓΉ grandi e piΓΉ attrezzati, per conoscere e utilizzare gli strumenti e le possibilitΓ  che la fabbricazione digitale ci offre.

Ma cos’è un FabLab?

L’idea di FabLab (Fabrication Laboratory) nasce nel 2001 al MIT di Boston (USA) e il nome indica la visione di un luogo dove gli oggetti fisici nascono a partire dalle loro rappresentazioni digitali grazie a macchine e dispositivi tecnologicamente avanzati. Si puΓ² pensare ad un FabLab come ad una biblioteca, dunque un elemento fondamentale per la condivisione della conoscenza dove, al posto dei libri, si possono prendere in prestito macchinari solitamente inaccessibili come stampanti e scanner 3D, macchine a taglio laser, schede elettroniche.
Un FabLab Γ¨ anche un luogo di incontro tra persone con formazioni eterogenee, che possono risultare straordinariamente complementari per concepire progetti innovativi: artigiani tradizionali, esperti di elettronica, grafici, informatici, gente comune con un’idea in testa. Un FabLab Γ¨ soprattutto un luogo di formazione tecnica che si fonda sull’assunto “se faccio imparo”, complementare alla formazione strutturata di derivazione scolastica.

Il progetto NEXTaranto intende quindi favorire la costituzione di una rete cittadina di spazi con queste caratteristiche. Stiamo assistendo oggi alla β€œQuarta rivoluzione industriale”, quella dello Smart Manufacturing, l’innovazione digitale nei processi della manifattura, che rappresenta la chiave per la competitivitΓ  del comparto manifatturiero del futuro. L’industria del futuro non sarΓ  come quella che conosciamo oggi ma sarΓ  sostenibile, intelligente, efficiente e connessa e Taranto, da sempre caratterizzata dal rapporto conflittuale tra cittΓ -fabbrica, vuole proiettare nel futuro e rivoluzionare la sua connotazione di β€œcittΓ  industriale” proponendosi come prima Fab-City in Italia.

L’obiettivo Γ¨ quindi avere una rete di Fablab integrata con la cittΓ  e con la comunitΓ  locale per riportare la produzione nell’area urbana e in particolare nelle mani dei cittadini, cercando di ricreare una versione moderna delle botteghe rinascimentali nonchΓ© formare e strutturare una conoscenza utile soprattutto ai giovani della cittΓ  di Taranto e alla loro professione futura.

Distribuzione derrate alimentari

” Il tema della redistribuzione delle risorse- le parole dell’assessore ai servizi socialiΒ  Gabriella Ficocelli- alimenta ognuna delle nostre iniziative. Il Natale Solidale, con la consegna di beni di prima necessitΓ‘, dispositivi di protezione individuale e device elettronici finanziata grazie al ridimensionamento del budget per le luminarie natalizie, la spesa solidale e la collaborazione con il Banco Alimentare, la Centrale Operativa Sociale per venire incontro alle esigenze dei senza fissa dimora nelle giornate piΓΊ fredde, sono solo alcuni esempi dell’approccio che l’amministrazione guidata dal sindaco Rinaldo Melucci ha su un argomento di stringente attualitΓ‘ come la giustizia sociale”